Patologie Voce

 Visita con Laringo – Stroboscopia

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il form qui di seguito e verrai ricontattato nel più breve tempo possibile








Elenco patologie:

  • Disfonia muscolo-tensiva

    La disfonia muscolo – tensiva è caratterizzata da un cambiamento della propria voce dovuto ad unutilizzo eccessivo / sbagliato della muscolatura delle corde vocali e del collo. La tensione muscolare che caratterizza questa forma di disfonia è generalmente secondaria a: – una laringite o adun evento infiammatorio / infettivo del naso o della gola – ad una patologia propria delle corde vocali (noduli, polipi, atrofia) – stress e stati emotivi La voce può assumere diverse caratteristiche ed essere rauca, strozzata, soffiata, spezzata, gracchiante; ci possono essere cambiamenti di tono (la voce può essere più alta o bassa del normale); il cantante può avere difficoltà con note prima raggiungibili; molto spesso è presente fatica nel parlare, che peggiora durante la giornata e si associa ad una sensazione di tensione / dolore / nodo a livello della regione anteriore e laterale del collo. Bibliografia: Cohen et al. Pathophysiology and treatment of muscle tension dysphonia: a review ofthe current knowledge. J Voice. 2011; 25:202-207.

  • Noduli, polipi ed altre patologie benigne cvv

    Noduli, polipi, varici delle corde vocali sono spesso esito diun fonotrauma. Il trattamento di queste patologie può essere riabilitativo o chirurgico. Per saperne di più: • Noduli: sono delle callosità dello strato superficiale delle corde vocali (quasi sempre entrambe) e sono generalmente localizzati al 1/3 anteriore-1/3 medio delle corde vocali stesse. La terapia è generalmente riabilitativa-logopedica. • Polipi: sono più spesso monolaterali e possono essere “chiari” o emorragici. Il loro trattamento può prevedere la chirurgia, la riabilitazione logopedica o il semplice controllo nel tempo. • Ectasie: sono dei vasi sanguigni superficiali e dilatati che si trovano sulla superficie delle corde vocali e che possono provocare un irrigidimento ed un peggioramento della motilità delle corde vocali stesse. • Cisti: sono lesioni degli strati più profondi delle corde vocali, che possono originare da un trauma vocale o possono essere congenite; le cisti cordali rispondono difficilmente alla riabilitazione; possono essere trattate chirurgicamente o osservate nel tempo. • Sulcus: è un’indentatura di un’area della corda vocale che comporta un’alterazione della normale vibrazione della corda stessa; può essere trattato chirurgicamente o essere osservato nel tempo. Bibliografia: RosenA, Simpson Blake C. Operative techniques in Laringology. Springer 2008. Chapter 4

  • Reflusso acido

    Il reflusso acido si realizza quando i succhi gastrici (acidi) refluiscono dallo stomaco all’esofago. L’acido può addirittura arrivare a risalire fino alla laringe (la gola). Esistono due tipi di reflusso acido: Reflusso gastro-esofageo Quando il succo gastrico refluisce fino all’esofago. Si realizza tipicamente di notte quando ci si sdraia per dormire. I sintomi possono includere: bruciore retro-sternale, eruttazione, rigurgiti disucchi acidi e difficoltà deglutitorie. Reflusso laringo-faringeo Si realizza quando il succo acido refluisce lungo tutto l’esofago ed arriva fino alla laringe e alla faringe (gola). Può avvenire durante il giorno e durante la notte. L’acido può infiammare le corde vocali e le strutture che le circondano. Poiché l’acido attraversa molto rapidamente l’esofago, i pazienti non lamentano il bruciore / dolore retro-sternale. I sintomi più frequenti: raucedine, muco eccessivo, scolo retro-nasaledi muco, tosse, bruciore o fastidio alla gola, sensazione di soffocamento (tanto forte da poter svegliare il paziente daunsonno profondo), sensazione di nodo alla gola, disturbi di deglutizione.

  • Vergeture
  • Tosse cronica